Image

Osteopata dal 1999, Karl Doric visita a Barcellona. É specializzato in osteopatia ginecologica, in particolare come aiuto alla riproduzione. Può intervenire a lato dei trattamenti di riproduzione assistita (FIV) per ottimizzare le opportunità di successo.

Diplomato alla Scuola di Osteopatia ATMAN, in Francia, ha una formazione estremamente completa con più di 5.000 ore di formazione in 5 anni, che gli permette di offrire garanzie di competenza e sicurezza per i suoi pazienti.

Con 20 anni di esperienza a Parigi, oggi si dedica esclusivamente ai suoi pazienti barcellonesi e di Palamos, attività che concilia con l’insegnamento e la formazione.

1/ L’osteopatia viene riconosciuta sempre più come complemento o alternativa alla medicina tradizionale. In cosa consiste esattamente l’osteopatia? Come funziona?

L’osteopatia è una scienza, un’arte, e una filosofía praticata da più di 100 anni. Si basa sull’unità del corpo: il corpo è un insieme che forma un’unità biologica, emotiva e spirituale.

La sua esecuzione, strettamente manuale, tratta l’origine delle patologie e non i sintomi. L’osteopatia viene esercitata da professionisti che hanno una conoscenza perfetta dell’anatomia umana. Costituisce una medicina alternativa molto efficace.

2/ L’osteopatía é conosciuta dal grande pubblico per curare sopratutto i dolori di schiena, dolori cronici, etc. L’osteopatia ginecologica invece non è molto conosciuta. Ci può spiegare quali sono i benefici dell’osteopatia ginecologica?

La zona pelvica della donna è complessa, nevralgica e vitale. Con l’osteopatia si possono trattare numerosi problemi e patologie ginecologiche. Alcuni esempi:

  • Mestruazioni dolorose (dismenorrea).
  • Problemi legati al ciclo mestruale (irregolarità, assenza di flusso, emorragia).
  • Dolori durante le relazioni sessuali (dispareunia).
  • Complicazioni durante la gravidanza e post parto.
  • Problemi urinari (infezioni cróniche, perdite di urina).

Trámite tecniche delicate e indolori, l’osteopatia libera le tensioni che ostacolano il funzionamento corretto del corpo.


Molte donne soffrono in silenzio mentre l’osteopatia potrebbe aiutare in molti casi.

Trámite tecniche delicate e indolori, l’osteopatia libera le tensioni che ostacolano il funzionamento corretto del corpo.

È un tema che mi appassiona. Sono specializzato in disturbi ginecologici e urinari e collaboro con vari ginecologi.

3/ Parlando di fertilità, come può aiutare L’osteopatia alle donne che non riescono a rimanere incinte? In che tipo di situazioni si può ricorrere all’osteopatia come strumento utile alla fertilità? Prima, dopo, durante, dopo i trattamenti di riproduzione assistita?

L’osteopatia può essere di grande aiuto per le coppie con difficoltà nella concezione o che hanno già iniziato trattamenti di riproduzione assistita.

L’obiettivo dell’osteopatia é d’avere un corpo più fertile. Sono molte le cause dell’infertilità:

  • Cause centrali: principalmente ormonali (terapia craneo-sacrale).
  • Cause periferiche: zona pelvica, colonna vertebrale, utero, trompe et

Il trattamento della donna ha il fine di recuperare la mobilità della struttura anatomica, che può influire sulla fertilità:

  • Trattamento del sistema vascolare (ovaie, utero e trompe)
  • Trattamento della zona pelvica e della colonna vertebrale.
  • Trattamento del cranio e dell’assegno craneo-sacrale.
  • Trattamento viscerale (útero, collo, ovaie, trompe, viscere etc.)

Dobbiamo riconoscere la complessità della vita. L’osteopatia lavora con il corpo intero del paziente in funzione della sua storia personale.

Sono specializzato in osteopatia ginecologica e posso intervenire nei trattamenti di riproduzione assistita per aumentare le possibilità di successo.

Image

Spesso esiste una congestione del bacino della donna o delle aderenze che generano la vascolarizzazione: per compressione a livello delle arterie e delle vene o per fibrosi o aderenze dei tessuti che impediscono una corretta irrigazione delle ovaie, delle trompe o dell’endometrio

Grazie alle manipolazioni osteopatiche la qualità e lo spessore dell’endometrio aumenta così come il buon funzionamento delle ovaie.”


4/ Come funziona una visita con Lei? Quante sessioni bisogna prevedere? Esiste un protocollo specifico (che si tratti di terapie naturali o con riproduzione assistita)?

Consigliamo di consultare un osteopata dopo 1 anno di relazioni sessuali che non arrivano al concepimento.

Nel caso in cui la donna si sottoponga a riproduzione assistita, consigliamo di farsi visitare il prima possibile, ovvero, dopo la prima visita dal ginecologo.


Le manipolazioni sono sempre delicate e indolori. La sessione dura circa un’ora. Tra le 2 e 4 visite dovremmo ottenere risultati positivi e notare cambi nei sintomi.”

Il ruolo dell’osteopata è di rimettere in funzione la fisiologia del corpo attraverso manipolazioni. Non esiste un protocollo specifico perché ogni corpo è diverso.

La visita inizia con un questionario completo, continua con diverse prove attraverso palpazioni per arrivare alla diagnosi, poi si inizia il trattamento manuale.

5/ I problemi di fertilità non si limitano a donne/coppie che non riescono ad avere un figlio: molte donne rimangono incinte però poi soffrono di aborti a ripetizione. In questi casi, che ruolo può ricoprire l’osteopatia? 

Certo, molte donne rimangono incinte ma soffrono di aborti spontanei. Ci sono molte ragioni, ma in molti casi è dovuto alla cattiva vascolarizzazione della matrice con scarsa mobilità. In questo modo, l’endometrio non è preparato per l’impianto dell’embrione e lo sviluppo del feto.

6 / L’osteopatia può contribuire a stimolare la fertilità maschile?

In molti casi, l’infertilità ha la sua origine nell’uomo. Tralasciando la malformazione degli organi, molti possono essere i fattori che intervengono nell’infertilità. L’osteopata può cambiare lo stile di vita dei pazienti e lavorare sulla vascolarizzazione del bacino e della colonna vertebrale, migliorando così la spermatogenesi (produzione di sperma).

7 / Lei si è specializzato in osteopatia ginecologica, perché ha fatto questa scelta?

In primo luogo, è importante sottolineare che non c’è alcuna specializzazione in osteopatia. L’osteopatia è una medicina olistica che tratta l’individuo nella sua totalità. Esistono solo osteopati che trattano alcuni settori più che altri.

Nel mio caso, sono sempre stato interessato all’osteopatia viscerale. Quando ho finito i miei studi ho fatto la mia tesi sul rapporto tra l’intestino e lombalgie.

Ho visto molte donne che soffrono a livello della zona pelvica: cistiti, dolori mestruali, infertilità. Per oltre 15 anni ho lavorato in questo campo per fornire soluzioni a queste donne.

8 / Nel corso della sua carriera, avrà visto molte coppie e donne con problemi di fertilità. Dalla sua esperienza, quali consigli darebbe a chi vuole aumentare la loro fertilità in modo naturale, o a coloro che inizieranno un processo di riproduzione assistita?

Per avere una buona fertilità naturale o per aiutare le coppie che si trovano in un processo di riproduzione assistita, consigliamo sempre di consultare un osteopata. Dopo la prima visita dal ginecologo e dopo un’ecografia.

A mio parere un controllo osteopatico dovrebbe essere sistematico. Questo permetterebbe di risparmiare tempo, denaro e la sofferenza di molte coppie che vogliono figli.

¡No dudéis en compartir esta entrevista si os ha parecido interesante y util!

Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.