[blox_row][blox_column width=”1/1″][blox_text animation=”none”]

Chi ha vissuto l’infertilità, i trattamenti di riproduzione assistita, o semplicemente lo stress della ricerca di un figlio e la paura di non riuscirci ha qualcosa in comune: a un certo punto, in una o più occasioni, ci siamo sentiti dire frasi che ci hanno fatto andare giù di testa:

“È voi? Quando vi mettete al lavoro?”

“Rilassati e arriverà! Sei troppo tesa…”

“Fate delle vacanze romantiche e vedrai che torni incinta…”

“Succede anche a me, è da 3 mesi che lo cerchiamo (Quando è già il terzo…)

“Magari non è il tuo momento, vedrai quando sarai pronta!.”

“Sei ancora giovane, non ti preoccupare, hai tempo…”

“Per me invece è al contrario! Ogni volta rimango incinta subito! Mio marito si crede un super eroe!…”

“È perché sei ossessionata, cerca di pensare in qualcos’altro!”

“Di chi è la colpa? Tua o sua?”

“Divertiti finché puoi…io non ne posso più, il più piccolo mi ha svegliato 3 volte stanotte! “

“Ne hai già uno, considerati fortunata e concentrati su di lui!.”

“La sorella della mia amica ha fatto non so quanti trattamenti in clinica. E giusto quando ha deciso di lasciar perdere, è rimasta incinta!!”

“Avete pensato all’adozione?

“Per forza…dopo i 35 anni la fertilità si riduce…”

[/blox_text][blox_text animation=”none”]

Sí, lo sappiamo, queste frasi si dicono con l’intenzione di aiutare, con tutta la buona volontà, amicizia e amore del mondo. Si dicono per mancanza di informazione, per disagio al parlare di un tema tabù, anche se sempre più frequente.

Però sono frasi che fanno male…

[/blox_text][blox_text animation=”none”]

SE ANCHE TU HAI UNA AMICA ( SORELLA, CUGINA..) CHE HA DIFFICOLTÀ A RIMANERE INCINTA, LA VEDI TRISTE PERÒ NON SAI COME AIUTARLA…

[/blox_text][/blox_column][/blox_row][blox_row text_light=”0″ padding_top=”20″ padding_bottom=”20″][blox_column width=”1/1″][blox_text animation=”none”]

Di seguito alcuni suggerimenti:

[/blox_text][/blox_column][/blox_row][blox_row columns=”1/3+2/3″ text_light=”0″ padding_top=”30″ padding_bottom=”30″][blox_column width=”1/3″][blox_text animation=”none”]

Informati. 

[/blox_text][/blox_column][blox_column width=”2/3″][blox_text animation=”none”]

L’infertilità è un tabú per varie ragioni, una delle quali, la disinformazione, le persone non capiscono al 100% qual’è il problema. Per mancanza di informazione, spesso ci si sente a disagio e non si riesce ad evitare frasi di questo genere, che inevitabilmente feriscono.

[/blox_text][/blox_column][/blox_row][blox_row columns=”1/3+2/3″ text_light=”0″ padding_top=”30″ padding_bottom=”30″][blox_column width=”1/3″][blox_text animation=”none”]

Non giudicare la gravità della sua situazione, né l’ intensità delle sue emozioni.

[/blox_text][/blox_column][blox_column width=”2/3″][blox_text animation=”none”]

La ricerca della maternità o paternità è un processo complesso e viscerale, in cui ci possiamo sentire sopraffatti da sentimenti contraddittori, che noi stessi a volte non capiamo. Sono sentimenti irrazionali e incontrollabili (magari lo fossero !) che ognuno vive a suo modo, con sensibilità e intensità diversa.

[/blox_text][/blox_column][/blox_row][blox_row columns=”1/3+2/3″ text_light=”0″ padding_top=”30″ padding_bottom=”30″][blox_column width=”1/3″][blox_text animation=”none”]

Non prenderlo personalmente se non vuole parlare del tema.

[/blox_text][/blox_column][blox_column width=”2/3″][blox_text animation=”none”]

Molte volte, abbiamo difficoltà a parlarne e può risultare più facile farlo con una persona meno intima, però che ha vissuto la stessa esperienza e che quindi può capire alla perfezione.
Si dice che l’amore di un genitore è talmente unico e intenso che solo lo può capire chi lo ha vissuto. Per l’infertilità è lo stesso : molte volte solo una persona che ha attraversato le stesse difficoltà può capire questi sentimenti che ci possono addirittura far sentire in colpa (gelosia, rabbia, sentimento di giustizia).

[/blox_text][/blox_column][/blox_row][blox_row columns=”1/3+2/3″ text_light=”0″ padding_top=”30″ padding_bottom=”30″][blox_column width=”1/3″][blox_text animation=”none”]

Non la giudicare se si allontana, cerca di capirlo e perdonala.

[/blox_text][/blox_column][blox_column width=”2/3″][blox_text animation=”none”]

A volte, la semplice vista di un neonato o di una famiglia felice, è insopportabile.
Anche se ci sentiamo in colpa, è troppo difficile ad esempio fare visita ad una amica e al suo neonato.
Questo non significa che non vogliamo bene a questa amica, è che abbiamo bisogno di proteggerci e a volte significa allontanarsi e pensare egoisticamente.
Per favore, non prendetevela a male per questo.

[/blox_text][/blox_column][/blox_row][blox_row columns=”1/3+2/3″ text_light=”0″ padding_top=”30″ padding_bottom=”30″][blox_column width=”1/3″][blox_text animation=”none”]

Non fare paragoni.

[/blox_text][/blox_column][blox_column width=”2/3″][blox_text animation=”none”]

Nessuna situazione è uguale, men che meno il modo in cui una persona lo vive. Non ci aiuta sapere che la figlia di una amica di nostra madre sta adottando, o che sta affrontando le stesse difficoltà e che con lei ha funzionato..

[/blox_text][/blox_column][/blox_row][blox_row columns=”1/3+2/3″ text_light=”0″ padding_top=”30″ padding_bottom=”30″][blox_column width=”1/3″][blox_text animation=”none”]

Accompagnala, senza forzare. Stalle vicino, anche se non la capisci del tutto.

[/blox_text][/blox_column][blox_column width=”2/3″][blox_text animation=”none”]

A volte abbiamo voglia di uscire, ridere, divertirci – di pensare a qualcos’altro. Altre volte invece abbiamo voglia di piangere su un divano, e non abbiamo la forza di fare altro.
A volte non vogliamo parlarne, e soprattutto che non ci facciano domande. Altre volte invece vogliamos parlare solamente di questo.

Abbiamo bisogno della vostra pazienza.

[/blox_text][/blox_column][/blox_row][blox_row columns=”1/3+2/3″ text_light=”0″ padding_top=”30″ padding_bottom=”30″][blox_column width=”1/3″][blox_text animation=”none”]

Ci sono cose che non si possono controllare. Aiutala a gestire ciò che può controllare.

[/blox_text][/blox_column][blox_column width=”2/3″][blox_text animation=”none”]

I trattamenti stanno in mano ai medici e in una certa misura, della fortuna.Su questo non ci si può far niente.
Però ci sono cose che possiamo controllare, come cercare di vivere al meglio il processo:

Le terapie naturali possono ottimizzare i trattamenti di riproduzione assistita.

Un buon massaggio ci può aiutare a rilassarci in momenti in cui lo stress e l’ansia prendono il sopravvento.

Lo yoga aiuta a rilassarci e a ristabilire un buon equilibrio tra corpo e mente.

Essere assistiti da un professionista per avere un sostegno emotivo e psicologico può essere di fondamentale per avanzare nel processo…

Questi strumenti vengono messi a disposizione da She Oak per dare l’opportunità ai pazienti di gestire il processo e viverlo più serenamente.

[/blox_text][/blox_column][/blox_row][blox_row text_light=”0″ padding_top=”30″ padding_bottom=”30″][blox_column width=”1/1″][blox_text animation=”none”]

IL PRIMO PASSO PER VIVERLO MEGLIO È PRENDERE IL CONTROLLO E SMETTERE DI ESSERE PASSIVI, NELLE MANI DEI MEDICI.

REGALA I NOSTRI SERVIZI A AMICI O FAMILIARI ALLA RICERCA DI UN FIGLIO.
AIUTALI A PRENDERE IL CONTROLLO, A GESTIRE LA SITUAZIONE.

CONTATTACI PER MAGGIORI INFORMAZIONI.

[/blox_text][/blox_column][/blox_row]

AIUTARE AMICI O FAMILIARI CHE LOTTANO PER DIVENTARE GENITORI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.